Let me out,let me out.


Lascio la penna scorrere da sola,non voglio pensare adesso,lo faccio già troppo spesso.
Lascio che sia lei a parlare per me,le cose da dire mi sembrano sempre così tante,ma si sgretolano appena provo a definirle e allora non lo so.

Sto aspettando,di nuovo,si,sono di nuovo in quella fase in cui aspetto qualcosa,tipo un’illuminazione.. Il problema è che ogni volta che aspetto non arriva nulla,al massimo arrivano nuovi problemi,che quelli proprio non mancano mai.

Io aspetto,intanto le ore passano,i giorni aumentano ed io neanche me ne accorgo…
A furia di aspettare sono quasi arrivata ad un nuovo anno senza concludere nulla.

Tempo perso,tempo sprecato,volato via…

Mi ritroverò con i capelli bianchi senza nemmeno accorgermene.

Passeranno gli anni ed io continuerò a rimpiangere tutto e a star male,poi bene,poi male,poi bene e così via.

Quando dico di esser sola sbaglio,mi dimentico sempre di avere un’amica,fedele compagna dall’infanzia che mi farà compagnia fino alla fine,questa bellissima depressione,sempre presente,sempre con me.

Mi abbraccia,mi stringe,mi soffoca.

Che io rida o pianga,ci sarà sempre,a volte è più prepotente ed invadente,altre volte è più discreta e silenziosa.

Vorrei strapparmela via a mani nude dal cuore,dallo stomaco,dalla testa.

Vorrei buttarla via per non sentire più tutto questo casino.

Le persone non capiscono,non è tristezza,non è “un periodo”,è un buco nero che risucchia via ogni cosa.

Ogni tanto si sposta,sembra più piccolo o a volte più grande…

E’ quella cosa che non ti da la forza di alzarti dal letto quando dovresti,è quella voce nella testa che ti dice sempre di no,che non puoi e che non vuoi.
E’ lo stomaco che diventa un pozzo senza fondo,è la rabbia,la tristezza,l’apatia,la noia,la solitudine.

E’ quella che non ti permette di vivere relazioni “sane”,è quella che ti porta a non avvicinarti mai troppo a qualcuno.

E’ quella che ti fa pensare a cose terribili ma che non ti darà mai la forza di metterle in pratica.

E’ quella cosa che ti D I V O R A.

E’più o meno tutto questo,ogni volta che tento di descriverla non riesco mai a farlo totalmente… Non esistono frasi adatte e mai nessuno potrà comprenderla totalmente.

Sono tutti convinti che basti sorridere,uscire fuori,fare qualcosa per “guarire”,senza capire cche anche facendo tutto ciò,il “mostro” rimarrò sempre e comunque dentro te,manifestandosi in vari modi ed in più occasioni,in particolari in quelle di estrema fragilità.

A volte mi sembra di impazzire,forse è quello che sto aspettando?

Chissà…Tanto i miei genitori sono anni che mi dicono che sono pazza,potrebbero avere l’ennesima soddisfazione di avere sempre ragione nei miei confronti.

Vorrei combattere ma sono troppo stanca.

Sono esausta da questa eterna lotta con i miei demoni.

E’ distruttiva,ti spegne dentro e fuori.

Non ho più gli occhi sognanti,sono solo cupi e spenti.

Lo urlano a gran voce a chiunque,anche se vorrei che non lo facessero.


Annunci

2 thoughts on “Let me out,let me out.

  1. Forse dovrei scriverti una roba tipo “ho letto il post” su whatsapp, o dirtelo quando ti vedrò, ma so cosa si prova, la vergogna che ci può essere nell’effettivo riscontro di ciò che si è scritto. Troppa realtà tutta insieme.

    Quindi, commenterò qui, anche perché è già successo di averne parlato, ed io sono qui, sono sempre qui pronta a farlo quando dove come vuoi.

    Mi limiterò a ribadire che, sì, la depressione non guarisce con uno schiocco di dita, né col “fare cose”, ma non è una malattia incurabile.
    Non è una condizione del vivere irreversibile.
    Non cambiando modo di affrontarla in pieno petto, gliela dai vinta su tutti i fronti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...