Luna piena.


Ritornano quelle notti con quel freddino primaverile,malinconico e a tratti romantico.
Riesco a vedere la Luna semi nascosta dalle nubi e dagli alberi che oscillano silenziosamente.

Qualcuno mormora per strada e qualcuno passeggia con il proprio cane standosene in silenzio ad ammirare il cielo,come sto facendo io.

Ho sempre sognato di vivere nel verde più puro che ci sia,per apprezzare al massimo la magia della notte,per ammirare la Luna piena al meglio e riuscire a vedere tutte le stelle,che qui in città se ne riescono a vedere a malapena un paio…

Sei così bella Luna.

Così sola ma brillante… Ti invidio.

Sembri celare così tanti misteri e segreti da ipnotizzarmi.

Sembra che le nuvole ti stiano accarezzando lentamente mentre arrivano ed iniziano a coprirti,gelose della tua semplice bellezza…

Chissà quante persone hai fatto innamorare,chissà se solo a me trasmetti questo effetto di stupore e malinconia estrema.

Forse anche tristezza,ma questa non so quanto sia effettivamente legata alla Luna piena,credo più ad un insieme di cose che diventano ogni giorno più insopportabili ed ingestibili e che ammazzano il mio umore,già troppo spesso di suo nero.

Non riesco più ad apprezzare tante cose che in passato invece ho tanto apprezzato ed anche desiderato…ma in realtà non è nemmeno così,non è che non le apprezzi,è che non so nemmeno come spiegarlo,sto sbagliando a scrivere continuamente e cancello ogni parola con la penna,perchè proprio non le riesco a trovare ste parole.

Ho sempre detto che dentro di me ho una specie di sentiero buio,con le luci quasi sempre spente,sento come se ora non solo le lampadine di quelle luci si siano spente definitivamente ma che si siano distrutte in mille pezzi e che calpesto i vetri a piedi nudi,ogni volta che ci passeggio o che qualcuno prova ad attraversarlo.

E’ un qualcosa che ti fa vedere tutto quanto in una prospettiva ancora peggio del solito ed è alquanto doloroso,per quanto io possa negarlo a volte,per quanto magari io possa sembrare sempre la solita,nel giro di un anno mi sento cambiata in una maniera spaventosa ed inaspettata…
Ovviamente cambiata in maniera negativa,lo sento davvero tanto e a volte mi capita di vederlo in maniera effettiva.

Mi rendo conto di non avere più nulla da perdere né da guadagnare.

Mi sono resa conto che la felicità non può esistere in questa vita ed in questo mondo.

Le cose belle hanno una scadenza molto breve,pur conservandole bene in frigo sono destinate a trasformarsi molto presto in qualcosa di estremamente marcio.

Mi sono resa conto di non avere nessuna prospettiva per il futuro e di essere solamente di troppo ovunque mi trovi.

Mi sono resa conto di avere solo desideri futili e un po’ troppo infantili… Non dovrei avere questa mente a quasi 23 anni,che invece di evolvere regredisce totalmente.

Prima venivo definita una persona molto “negativa”,ora non saprei più che aggettivo utilizzare per descrivermi… Forse dovrebbe dirmelo chi ha la sfortuna di rapportarsi con me,perchè io proprio non riesco,forse ci sarebbe qualche parolaccia,ma non renderebbe lo stesso l’idea…

Chissà.

Prima stavo fissando un meraviglioso diario che comprai a Barcellona,sembra un libro ed ha delle pagine splendide,tendenti al giallino,non ho ancora avuto il coraggio di utilizzarlo,perchè non ho voglia di rovinare un oggetto così bello con delle parole così buie e con la mia scrittura così storta ed illeggibile.

Non so perchè,ma da quando l’ho comprato l’ho immaginato ricco di Polaroid colorate in ogni pagina,ma io non ho mai avuto una Polaroid,anche se ho visto una macchinetta istantanea che pagerei volentieri con un rene…Anche se non sono brava a far foto,anche se non visito mai posti carini e ricchi di colori,meritevoli di un’istantanea…

Ma sarebbe bello.

Continuo a comprare roba da metterci dentro,ma continuo a non toccarlo e a nasconderlo in mezzo ai tre libri in croce che ho…

Questo è uno dei miei desideri futili ed infantili…Riempire uno stupido diario,che grande ambizione a quasi 23 anni.

Complimenti a me.

Già…


Annunci

2 thoughts on “Luna piena.

  1. Io non credo sia un desiderio futile.
    Hai voglia di vedere e di ricevere un po’ più di colori nella tua vita, nonostante tu abbia paura di “rovinarle”.
    Il diario bello sei tu.
    Trust me.
    E sticazzi delle lampadine.
    A che ti servono se c’è la luna piena?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...