All we need is somebody to lean on


Ti capita di camminare,guardarti intorno vedere persone che camminano,corrono,ridono,si baciano,si arrabbiano,in quel momento ti fermi in mezzo alla strada,rimani immobile ed inizi a vedere tutto ciò intorno a te scorrere sempre più veloce,sempre di più fino a diventare immagini sfocate con colori che non riesci a distinguere,forme che girano e non si fermano più.

Sbarri gli occhi e non senti più l’asfalto sotto i piedi,sembra non esserci più nulla,sei come sospesa nel buio con il terrore di cadere se poco poco muovi un piede.

Le immagini vengono risucchiate da un vortice nero,tutto sparisce,rimane il buio illuminato solo dai tuoi occhi.

Iniziano ad apparire frasi bianche dappertutto,che ti danno a malapena il tempo di leggerle perchè in pochi minuti si sono trasformate in saette che ti si scagliano addosso e tu non puoi evitarle in nessun modo,ti prendono,una per una,ma riesci a rimanere in piedi sanguinante e con le gambe tremolanti.

Quelle frasi che ti hanno trafitto ogni centimetro di corpo in quel tempo limitato sei riuscita a leggerle,una per una,ed è per questo che erano così taglienti e dolorose.

Le hai sentite,hai sentito le lame entrare,lacerarti ed uscire.

Alla fine,tutto ti è sembrato più chiaro,hai capito che la fine stava pian piano arrivando e ti sei arresa a ciò aspettando il colpo di grazia tanto atteso,il finale mai scritto che già conosci ma che tarda ad arrivare.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...