Prigioniera di te stessa.


Alzo la musica a tutto volume per non sentire i miei pensieri che urlano,ma ogni singola canzone mi rimbomba in test,prende forma,ogni frase prende vita,ogni parola ha un volto sconosciuto e non.
Quindi non c’è modo di far tacere i pensieri,non c’è modo.
Devono prendere sempre il controllo di ogni cosa.
Non c’è modo di fargli capire che non sono graditi…
Se ne stanno lì in silenzio,attendono le tenebre ed iniziano a parlare,parlare,parlare…all’infinito.
Maledetti.
Ti accompagnano nella vita fingendosi tuoi amici,per poi distruggerti sempre…diventano i tuoi nemici con cui dover convivere senza aver via di scampo.

E ti senti prigioniera di te stessa,intrappolata in una confusione infinita,in parole che prendono vita.
Provi a fuggire,ma la strada sembra non aver fine e vedi solo trappole intorno.
Non sono mortali,almeno all’apparenza,ma sono distruttive.
Hai paura,perchè sai già che ogni passo,ogni mossa,sarà sbagliata,e che finirai presto con il piede nella fossa.

Ti sentirai così piccola,ed inizierai a vedere il mondo troppo grande e distorto,quella strada inizierà a crollare e sarai costretta a tornare indietro,in quella gabbia,la tua gabbia.

Non è possibile,il pavimento sembra instabile,come se stesse per crollare,le mura attorno sembrano muoversi e stringersi sempre di più…
C’è sempre meno spazio e sempre più rumore.
C’è sempre più buio e più polvere.

Tu diventi sempre più piccola ed impaurita,ma ormai sai che dovrai aspettare semplicemente la fine,la fine di tutto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...