And I find it kind of funny I funny it kind of sad the dreams in which I’m dying are the best I’ve ever had


E puntualmente alle 4 di notte mi si sveglia il cervello… E’ tutto il giorno che dico che voglio scrivere,ho voglia di creare,ho voglia di fare la cyclette,ho voglia di guardare telefilm,e invece che ho fatto? Nulla ho giusto spulciato qualche annuncio di lavoro..
Credo sia questa casa a deprimermi,quando sono a casa mia vado a dormire a orari disumani,mi sveglio tardissimo e sono apatica tutto il giorno,mi passa la voglia di vivere… Invece quando passo i weekend a casa del mio ragazzo mi sento un’altra,sto con lui e già questo mi rende felice… ma sono in un’ambiente diverso,più tranquillo,più calmo e allegro… non respiro odio e cattiveria… non sento puzza di sigarette e vino ovunque… non ci sono porte che sbattono e niente musi lunghi…
Lì ci sono due belle cucciolone che mi fanno sorridere sempre,qui in casa mia,non c’è nulla a parte l’odio che ci circonda.
Ho smesso definitivamente di parlare con mio padre da oltre una settimana,non si deve azzardare nemmeno a dirmi ciao,i nostri dialoghi erano fatti solo di offese insulti e minacce da parte sua…ed è sempre stato così.
Da piccolina volevo essere adottata,avevo già capito l’aria che tirava,notavo troppo la differenza quando stavo a casa delle mie amiche…
Loro erano tutte innamorate del proprio papà,venivano abbracciate e coccolate da lui,di solito ogni bambina descrive il proprio papà come un eroe…
Io ho sempre e solo visto male nei suoi occhi e nelle botte che mi dava. 

Non credo di aver mai abbracciato i miei genitori o di aver mai sentito una parola carina uscire dalla loro bocca che fosse riferita a me…
Sono stata cresciuta nel peggiore dei modi,abbandonata a me stessa,alle mie paure,alle mie insicurezze,senza mai essere stata spronata,abituata a lasciare tutto a metà,senza mai essere gratificata per le mie qualità… Se non ero capace a fare qualcosa non avevo nessuno che mi aiutasse perchè “ma che sei stupida che non ci riesci?” se non volevo fare qualcosa mi obbligavano a farla a suon di schiaffi urla e minacce varie,ogni volta che saltavo scuola era una tragedia…ma non si sono mai chiesti perchè non volevo andare a scuola,non si sono mai chiesti che problemi avessi in classe,e se solo provavo ad accennarli mi veniva detto che era solo una scusa,che esageravo e che dovevo fare finta di niente…
Quello che ho passato alle medie lo so soltanto io,nonostante alcuni professori volessero prendere provvedimenti verso alcuni alunni maledetti,non lo hanno mai fatto perchè alla fine sottovalutavano la situazione e finiva nel dimenticatoio,e si chiudeva sempre un occhio,perchè tanto si scherza dai,non è niente,ignora,Silvia…. E se solo provavo a tornare a casa in lacrime mia madre mi prendeva in giro dicendomi che piangevo sempre,che non serve piangere,che ero stupida ed esagerata.
Stupida.. Pensavo fosse il mio secondo nome alla anagrafe,visto quante volte mi ci chiamavano.

Tutto questo mi ha fatto male,una bambina non dovrebbe passare le ore a piangere disperata a causa dei propri genitori…
Mi ha cucito addosso il caratteraccio che ho,apparentemente sembro acida,e magari a volte lo sono anche…. Mi sono creata uno scudo enorme tra me e le persone,tra me e il mondo,uno scudo protettivo ma che in realtà mi fa solo male.. Mi ha privato di tante normalità,di tanti sorrisi.

Ogni mia felicità si spezza quando apro la porta di casa,o anche solo la porta della mia camera…mi ritrovo in una realtà che mi fa schifo,che mi provoca il vomito,mi ritrovo davanti due persone che con me,a parte il dna,non hanno nulla in comune,mi ritrovo a non avere nessun tipo di legame con i miei genitori e con la mia famiglia in generale…. Mi fa schifo mia madre che sta con un uomo disgustoso,che non ha mai amato in vita sua e che mai amerà,mi fa schifo vederla succube di quel mostro,e negare l’evidenza,mi fa pena vederla prendere le “pillole della felicità,del buon umore” mi fa schifo quando mi chiama “fallita” perchè lei è la prima ad esserlo,lei è la prima ad aver fallito in tutto,ad essersi sposata a 19 anni con un cesso di uomo solo per fuggire di casa,ad aver fatto due figlie che non desiderava,in particolare l’ultima (io) che non era assolutamente voluta e calcolata,a non aver mai lavorato in vita sua perchè preferisce vivere nella miseria che le viene offerta e dipendere economicamente da un uomo di merda.
Questo mi fa rabbia,questo mi innervosisce,la falsità,l’odio,il disprezzo,la cattiveria,questo ci lega.

Se non volete figli prendete la pillola,usate il preservativo,abortite… ma non fateli,se non siete in grado di amarli,abortite.

Annunci

7 thoughts on “And I find it kind of funny I funny it kind of sad the dreams in which I’m dying are the best I’ve ever had

  1. Ciao Silvia! L’ultima frase è molto forte ma in un certo senso è quello che penso anch’io: hai fatto la cazzata di restare incinta? non puoi/vuoi tenere il figlio? piuttosto di rovinare la vita a te e a lui/lei portalo in un orfanotrofio o in centri creati apposta per queste situazioni! (la questione è molto più complessa ma non mi dilungo). Mi dispiace molto per la tua situazione. Io sono fermamente convinta che se i miei genitori avessero divorziato ora starei meglio. Invece, qui con loro è un inferno (anche se a leggere quello che hai scritto dovrei rivalutare la mia situazione). Tua sorella non vive con voi o sbaglio? I miei fratelli sono andati via di casa da 10 anni ormai. Si sono salvati. A me resta da sopportare tutto lo schifo. Il problema è che non trovando lavoro non possiamo neanche dire “Dai, tra un po’ sarò fuori di qui!!”. Il tuo ragazzo è al corrente della tua situazione familiare? Cerca di stare fuori di casa il più possibile. Non voglio essere indiscreta ma se hai voglia/bisogno di parlare (anche in privato), sono qui. Un abbraccio!

    Mi piace

  2. Ciao ti ringrazio,è una frase forte lo so ma è il mio pensiero da sempre… Mia madre è una vita che vuole divorziare ma non ha nessun tipo di autonomia economica quindi è succube del marito.
    Mia sorella è scappata appena ha trovato lavoro e appena si è fidanzata,beata lei…
    Il mio fidanzato mi porta a casa sua praticamente ogni weekend,ma non può fare di più vive con i suoi,e lui ha i suoi impegni giustamente,cerca di distrarmi e ci riesce ma quando ritorno qua,è tutto come prima…
    Ti ringrazio,anche se non mi conosci sei sempre molto gentile e disponibile..

    Mi piace

    • E tu non hai un buon rapporto nemmeno con tua sorella? Io non mi trovo bene in famiglia, mi sento una completa estranea e di conseguenza anche se volessi non mi sentirei a mio agio con i miei fratelli. Non ho luoghi in cui fuggire. Mi tocca improvvisare.
      Non so te ma io quando rimetto i piedi in casa mi sento mancare il respiro, è come se mi venisse posato sulle spalle un masso gigantesco. Solo il pensiero di dover tornare tra quelle 4 mura mi fa venire il voltastomaco. Prego, figurati; è che ho una vaga idea di ciò che significa essere prigionieri in casa propria ed è una merda.

      Mi piace

  3. Abbiamo 8 anni di differenza diciamo che è da quando è andata via di casa (circa 3 anni fa) che parliamo normalmente,scherziamo e non litighiamo,ci sentiamo molto poco e ci vediamo raramente perchè lei è impegnatissima con il lavoro,per fortuna…però non abbiamo un rapporto molto di confidenza.
    Ti capisco alla perfezione,anche a me manca il respiro quando sono qui,infatti sono claustrofobica e i peggiori attacchi di panico li ho avuti in casa mia e a volte in classe,ovvero,nei luoghi che mi più mi fanno star male…. e hai ragione,mi sento proprio prigioniera in casa,e fa schifo,è vero.

    Mi piace

    • Ma.. lei sa sicuramente che aria tira lì a casa, non ne parlate mai? è una argomento che nessuna delle due ha piacere a tirar fuori? Il tuo ragazzo lavora? Sarebbe già qualcosa, per cercare di andarvene via insieme, no?

      Mi piace

  4. No non ne parliamo mai,non è un argomento che mi piace affrontare proprio per niente…
    Si lui lavora,quando e se mai troverò lavoro andrò via sicuramente,non voglio fare come mia madre,voglio avere una certa dipendenza… Non vorrei mai sfilare tanti soldi al mio ragazzo,gli affitti a Roma costano un occhio della testa,la vita in generale costa troppo per essere vissuta in due con un solo stipendio…

    Mi piace

    • Capisco. In effetti nemmeno io ne parlo mai con i miei fratelli (anche se so che possono immaginare come sto). Ah guarda è così ovunque ormai, uno stipendio non basta proprio (a meno che uno non prenda 3 mila € al mese XD). Fai bene a non volerti appoggiare troppo a lui. Alla fine ci dobbiamo arrangiare, soprattutto perché non si sa cosa riserva il futuro, se ci ritroviamo da sole dobbiamo essere dipendenti.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...